La poesia della fioritura di Castelluccio fra i Sibillini

Per descrivere la fioritura di Castelluccio di Norcia, la prima parola che mi viene in mente è poesia.
Non mi viene da definirla in altro modo.

Già hanno un non so che di poetico le montagne dei Sibillini con i loro versanti quasi ondulati. Montagne dolci, mi viene da definirle.

Le colline arrotondate dei Sibillini

Belle in ogni stagione, fra la primavera e l’estate si ricoprono di una bassa vegetazione verde. Senza che ci sia un cespuglio o un albero a modificarne il profilo perfetto.

L'incanto dei Monti Sibillini

Ai piedi dei Monti Sibillini, e da essi protetta, c’è la Piana di Castelluccio di Norcia. Una distesa fertile di campi coltivati.

Di vedetta, a 1452 metri s.l.m., il piccolo borgo di Castelluccio di Norcia. Che oggi, ancora semi distrutto dal terremoto del 2016, contrappone alla poesia della natura la sua drammaticità, rendendo il quadro della Piana quasi struggente.

La bellezza della fioritura di castelluccio

Fa male al cuore vederne il centro completamente crollato. Poi ci si guarda intorno e si vede talmente tanta bellezza da accendere la speranza che il piccolo borgo possa risorgere. I pochi abitanti ce la stanno mettendo tutta per non perdere le speranze. Costretti fuori dalle loro case e dalle loro botteghe, dimenticati dallo Stato, si sono rimboccati le maniche, riprendendo a coltivare e a vendere i loro prodotti nei container all’ingresso del paese. Con una fierezza non consueta ed ammirevole.

La fioritura di Castelluccio

Tornando alla poesia, questo è la famosa fioritura di Castelluccio. Non solo della celebre Lenticchia di Castelluccio sapientemente piantata dagli agricoltori.
Ma di tutte le erbe infestanti che qui creano magia. Non si usano pesticidi e diserbanti nella Piana e così le erbe spontanee qui la fanno da padrone. Andando a mescolarsi con il bianco delle culture della lenticchia, il verde dei germogli di grano ed il viola della lupinella.

Comincia la senape selvatica con il giallo a fine maggio. A giugno la raggiunge il papavero che rimarrà a lungo a tingere i campi di rosso. E poi il bianco della finta camomilla e, fra fine giugno e inizio luglio, l’incantevole azzurro dei fiordalisi. Con questo fiore si arriva all’apice della bellezza della fioritura di Castelluccio.

La fioritura della Piana di Castelluccio
Fioritura di Castelluccio

Il calendario non è fisso perché qui è la presenza di pioggia e sole a decidere quando nasceranno le erbe spontanee. Gli agricoltori, fanno la loro parte per contribuire alla poesia. Pur rispettando il ciclo dei campi, realizzano piccoli appezzamenti che coltivano con specie diverse o alternando i periodi di semina.

Quasi paiono dipingerli quei campi. In un mosaico di colori e sfumature meravigliose.

E il paesaggio diventa così un quadro. Un quadro bellissimo e poetico.

Andatelo a vedere questo quadro, perché Castelluccio ha bisogno di tutti noi per tornare a vivere. E ricordate di non calpestare i fiori. La bellezza non si calpesta.

I fiori dei Monti Sibillini
  1. Sono anni che mi riprometto di andarci. La domanda è: sarà possibile quest’anno? Chissà… Io spero di sì, perché l’Italia voglio davvero girarmela in lungo e in largo. E Castelluccio mi aspetta.

    1. Per me era lo stesso e non veniva mai il momento giusto. Poi l’anno scorso ho avuto per la prima volta nella mia vita da mamma, una settimana senza figli e così ho prenotato la sera prima un agriturismo, ho preso l’auto e sono partita sola per due giorni. Avevo tante cose da fare in quella settimana, ma mi sono detta “o adesso o mai più!”. E sono stata davvero felice di andarci!

      1. Che meraviglia queste fotografie! 😍 Questa è una tra le mete italiane che spero di riuscire a vedere al più presto, ancora di più per supportare la popolazione.
        Mi piacerebbe molto fare un bel viaggio on the road in Umbria, di cui si parla un po’ troppo poco secondo me.

  2. Hai descritto benissimo questo luogo. Vivendo nelle Marche ci sono stata diverse volte ma ti posso assicurare che ogni anno la fioritura è diversa. Vedremo come andrà quest’anno. Grazie

    1. Ci credo assolutamente! Ho visto così tante foto diverse. E poi cambia anche da settimana a settimana! Sei fortunata a poterla vedere spesso!

    1. Ci sono stata nel 2017 ma a Settembre. La bellezza delle montagne dolci era intatta ma purtroppo non ho visto la fioritura. Dev’essere uno spettacole bellissimo e tu lo descrivi perfettamente. Spero di tornarci, magari nel periodo dei colori!

    2. Grazie per avermi fatto conoscere questo luogo meraviglioso. Lo inserisco subito tra i luoghi che desidero visitare (prima o poi). Le tue foto sono spettacolari. 😊

    3. A parte Castelluccio e qualche altro borgo, anch’io conosco poco l’Umbria. Sicuramente merita di essere scoperta!

  3. Davanti a così tanta bellezza si fa fatica a pensare alla tragedia che ha coinvolto questo territorio. Spero proprio che questa bellezza riesca ad aiutare il borgo a risorgere e a ripartire con la marcia giusta!

    1. La natura da un lato ha dato e dall’altro ha tolto… Che tristezza però…
      Speriamo davvero che presto tornino tanti turisti ed anche un aiuto dallo stato

  4. Un quadro cangiante questa Piana, dove l’unico pittore a decidere colori e sfumature è il ciclo delle stagioni. Poesia davvero ho ritrovato nelle tue parole e nelle tue foto, un territorio questo dei Sibillini, che mi piacerebbe tanto scoprire con la calma e l’attenzione che merita. Ciao Federica, molto piacere!

  5. Sono paesaggi talmente belli che sembrano quadri dipinti. Poesia è davvero la parola che meglio li descrive, bravissima. Il mio cuore però si divide a metà perché da un lato la bellezza colpisce e scalda, dall’altra vedere il borgo così dimenticato rattrista. Anche se virtualmente sono con gli abitanti e spero presto che il borgo possa tornare alla vita!

    1. Ti confermo che vedere il borgo ancora così è uno strazio! Così come pranzare e cenare dentro ai container… Però Castelluccio ha bisogno di noi turisti per poter ripartire!

  6. Castelluccio di Norcia è la dimostrazione che la Natura va avanti meravigliosamente anche quando noi ci fermiamo a guardarne solo i lati negativi o la tristezza di alcuni momenti.

  7. Sono stata da quelle parti proprio qualche giorno prima del grande terremoto, e credimi, nonostante sappia quanto è meravigliosa la visione di quella tavolozza di colori, non riesco a tornarci e mi viene sempre un groppo in gola.

    1. Se sei stata proprio in quei giorni ci credo! Io non ero mai stata, ma vedere Castelluccio ancora in macerie dopo così tanto tempo mi ha stretto il cuore!

  8. Un quadro che riempie gli occhi della bellezza del colore rosso dei papaveri. Davvero splendidi questi campi, sia visti da lontano che da vicino. Quando la natura prevale, ci lascia sempre a bocca aperta.

  9. Ho visto con i miei occhi la fioritura di Castelluccio qualche anno fa, e concordo con te; non c’è altro modo che definirla poesia. Poesia profonda, magica, unica al mondo. Una bellezza senza tempo!

  10. Ne ho sentito parlare, ho letto pareri e post bellissimi come il tuo. Ho quasi sentito il profumo virtuale di quella bellissima distesa di fiori colorati. Ma non ci sono mai stata. Devo riuscire a farlo, prima o poi!

    1. Non so perché ma non si pensa mai ai luoghi che abbiamo intorno! Devi proprio andare perché ne vale davvero la pena!

  11. Che dirti? Tra le foto spettacolari e le parole così poetiche hai descritto perfettamente un ambiente meraviglioso. Io adoro l’Umbria ma non so perché non sono mai stata in zona del periodo della fioritura, di solito ci vado in autunno.

  12. Uno dei miei luoghi del cuore! Adoro la fioritura di Castelluccio e mi sarebbe tanto piaciuto rivederla anche quest’anno. Al momento sono in Spagna e non so quando tornerò quindi…sarà per il prossimo anno! 🙂

  13. Dev’essere davvero uno spettacolo meraviglioso, un quadro pieno di colori dipinto dal migliore degli artisti. Mi piacerebbe tantissimo vedere la fioritura dal vivo, penso scatterei migliaia di foto..

    1. L’Umbria la conosco poco, ma mi riprometto sempre di conoscerla meglio. Questo assaggio con Castelluccio è stato meraviglioso!

  14. Amo i papaveri: trovo che siano dei fiori meravigliosi e struggenti, capaci di fiorire ovunque, sui cigli delle strade, tra le pietre, nelle pianure, in montagna. Bellissime le foto che hai postato.

  15. Che spettacolo della natura… Ammetto che non conoscevo questa bellezza fin quando non è stata portata alle luci della ribalta dopo il terremoto. Che peccato, perché quando sono stata nella zona, se lo avessi saputo, mi sarei organizzata per vederla. Ma non è mai troppo tardi, e non appena ci potremo muovere tra regioni, sarà una delle mete da mettere in cima alla lista!

    1. È uno spettacolo da non perdere Letizia! Ti consiglio assolutamente di andare. Secondo me ti piacerebbe molto e potrebbe ispirarti anche dei nuovi abbinamenti di colori per il tuo lavoro!

  16. Hai ragione! C’è davvero molta poesia che traspare anche dall’articolo, oltre che dalle foto….la natura è davvero magica!

  17. Magnifiche foto, soprattutto quelle delle distese di papaveri. E’ sicuramente un bel viaggio da effettuare in primavera, anche per visitare questi borghi che, nonostante la devastazione che hanno subito, sono ricchi di storia e tradizioni.

  18. Dovevo andarci ora e sinceramente sto valutando di spostarmi lo stesso! Il paesaggio dev’essere incredibile ed il profumo da sogno …in più dobbiamo certamente aiutarli a rialzarsi soprattutto in questi momenti difficili

    1. Penso che a breve si possa andare senza problemi! Organizzati per tempo perché non c’è molta offerta per dormire!

  19. Abito a neanche due ore da Castelluccio di Norcia e ancora non sono mai riuscita ad andare ad ammirare la fioritura! Bellissimo che l’hai definita come poesia ed guardando le foto non si può che essere d’accordo con te❣

    1. Noooo!! È proprio vero che siamo abituati a voler esplorare ciò che è lontano e non ci guardiamo mai intorno a casa! Devi andare assolutamente!

  20. Sono stata spesso nella piana di Castelluccio perchè si trova al confine tra Umbria e Marche, la regione in cui vivo. Hai fatto bene a parlarne, non solo per la bellezza della fioritura in sé, ma anche perchè queste popolazioni hanno bisogno di tutto il nostro sostegno per non abbandonare questi luoghi. Grazie

    1. Allora avrai potuto goderne un po’ in tutte le stagioni! La zona deve essere bellissima sempre. Speriamo che piano piano le cose migliorino per questa zona meravigliosa quanto sfortunata!

  21. Non conoscevo l’esistenza di uno spettacolo del genere dove fiori di colore diverso che creano un’atmosfera veramente magica e delle note di colore stupendi. Bellissimo viaggio!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Portovenere e le sue case colorate
Portovenere e le sue case torri strette e colorate