Arcos de la Frontera e la festa Cruces de Mayo

Arcos de la Frontera

Arcos de la Frontera è uno dei pueblos blancos dell’Andalusia. Uno dei tanti paesini completamente bianchi caratteristici di questa meravigliosa regione della Spagna. Si trova a pochi chilometri da Jerez de la Frontera e viene spesso, purtroppo, tralasciato a favore del classico itinerario andaluso che passa per Siviglia, Cordova e Granada.

E invece vale assolutamente la pena fare una deviazione da Siviglia o Jerez per visitare Arcos. Il pueblos è piccolo, ma davvero delizioso.

Da qui parte la famosa Ruta de los pueblos blancos, un itinerario che tocca tutti i paesini bianchi della zona di Cadice.

Arcos de la Frontera ha una spettacolare posizione arroccata su uno sperone circondato dal verde che contrasta con il bianco delle case. Più elevato di tutto si erge il Castello di Arcos, parte dell’antico sistema difensivo.

Grazie alla sua posizione, ad Arcos ci sono diversi belvederi che offrono un ampio sguardo sul paesaggio circostante. Il più bello è il cuore del borgo: Plaza de Cabildo, dove si apre una bellissima terrazza.

Festa Cruces de Mayo a Arcos de la Frontera

Un ottimo periodo per visitarlo, come il resto dell’Andalusia è il periodo di Pasqua ricco di feste tradizionali e caratteristiche, ma anche maggio regala delle sorprese. Nei primi giorni del mese infatti, di solito dall’1 al 3, si svolge anche qui una delle caratteristiche feste andaluse: le Cruces de Mayo, le croci di maggio.

È una festa antica di secoli per dare il benvenuto alla primavera e ad un ricco raccolto. È tradizione adornare di fiori colorati delle croci di legno. Ogni piazzetta e vicolo espone la sua croce decorata e, di solito, al termine della festa viene decretata vincitrice la croce più bella.

Di sera poi gli abitanti si radunano intorno alle croci. Si chiacchiera, si canta e si balla.

I vicoli di Arcos in questo periodo sono decorati in modo delizioso con festoni composti da centrini colorati che, a contrasto con le case bianche, offrono scorci tutti da fotografare.

Ne resterai incantato!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.