La Geria a Lanzarote, i vigneti più insoliti del mondo

vigneti La Geria

Non ci sono al mondo vigneti più insoliti di quelli di La Geria a Lanzarote.

Potete immaginare di coltivare qualcosa in un terreno quasi nero senza alcuna vegetazione? Eppure i contadini di Lanzarote ci sono riusciti, inventandosi un tipo di vigneto unico al mondo e una viticoltura che possiamo definire estrema.

Siamo a Lanzarote, l’isola delle Canarie dove più si coglie la devastazione delle eruzioni vulcaniche che hanno distrutto l’isola.

La Geria è infatti alla pendici del Timanfaya, il vulcano che ha eruttato per 6 lunghi anni, dal 1730 al 1736, e poi ancora nel 1824. Per anni non è cresciuto nulla sulle colate vulcaniche di Lanzarote, poi piano piano la natura ha dato l’ennesima prova della sua caparbietà e qualcosa è tornato a vivere su quel terreno lavico inospitale. Licheni spontanei, infinite varietà di cactus e la vite.
Quest’ultima, solo grazie all’ingegnosità dei vigneron canari che non si sono arresi ed hanno trovato un modo di combattere i loro tre nemici: il terreno arido, la scarsità di pioggia ed il vento.

E così hanno scavato delle buche a forma di cono rovesciato per andare a cercare il terreno fertile rimasto coperto da circa 2 metri di lava. Lì in fondo viene piantata la vite, con le radici che affondano nel terreno fertile. Si aggiungono poi i picon, sassolini neri di pietra lavica porosa che sono in grado di trattenere l’umidità della notte per rilasciarla nel terreno durante il giorno.

Tutto intorno, sulla superficie, hanno costruito un muretto di pietre a mezza luna per riparare le piante dai forti Alisei che spirano tutto l’anno.

Il panorama nero di La Geria si è dunque puntellato di 10.000 gerias disposte in file perfette. Al centro, le viti, il cui verde sembra vivo come non mai in contrasto con il terreno scuro.

La Geria vista dall'alto

E così, il panorama di La Geria è diventato un panorama unico al mondo. Una perfetta interazione fra opera dell’uomo e natura.

La vista dal satellite appare davvero surreale e sembra appartenere ad un altro pianeta.

La Geria vista dal satellite

È un panorama che si unisce agli altri meravigliosi luoghi che rendono Lanzarote l’isola da visitare almeno una volta nella vita tanto è speciale.

La zona di La Geria è attraversata da quella che viene chiamata ruta del vino, la strada dei vini. È la LZ-30 che taglia a metà l’isola. La parte paesaggisticamente più bella è quella che va dal villaggio di Una fino al Monumento al Campesino dell’architetto Manrique.

Ai lati della strada partono numerose piste e sentieri che conducono alle vigne.

Le strade del vino a La Geria

Il vitigno più presente è quello della Malvasia Vulcanica da cui si ricavano vini piuttosto pregiati sia dolci che secchi. In minor quantità si coltiva il Moscatel e il Listán bianco e nero. Li potete degustare ed acquistare nelle diverse cantine di La Geria.

La vendemmia a Lanzarote si fa molto presto grazie al clima mite tutto l’anno. Infatti l’uva giunge al giusto grado di maturazione fra giugno e luglio. La raccolta dell’uva si fa rigorosamente a mano perché è impossibile entrare nei vigneti con i macchinari.

Tour delle cantine di La Geria

Ci sono diverse bodegas, cantine, nella zona di La Geria e, essendo una vicina all’altra, potete fare anche un tour per visitarle tutte. La maggior parte, oltre a vendere i vini che producono, propongono anche una visita guidata con degustazione ad un prezzo abbastanza modico.

Bodegas La Geria, è sicuramente la più famosa ma per questo è anche molto frequentata. Soprattutto quando arrivano i pullman dei turisti, non è un ambiente molto rilassante. All’interno c’è un ristorante, La Cepa, e un negozio. È possibile prenotare in anticipo una visita guidata alle cantine. L’edificio è di fine 800′ ed ha una bella area esterna con panorama sui vigneti dove è possibile mangiare all’aperto.
Indirizzo: strada LZ-30, km 19

Bodegas Rubicon, situata di fronte, è un’antica fattoria della fine del 600′. Anche qui c’è un ristorante e un negozio e si può fare la visita guidata alle cantine.
Indirizzo: strada LZ-30, 2

Bodegas El Grifo, è la cantina più antica delle Canarie e produce vini dal 1775. Possiede anche un museo della viticoltura di Lanzarote. Si possono visitare a pagamento cantina e museo insieme ed acquistare vini.
Indirizzo: strada LZ-30, km 11

Bodegas El Chupadero, ha un ristorante con una bella veranda e panorama stupendo sul retro della cantina. Si gustano tapas e vino locale in una bellissima atmosfera. Al momento è chiuso da mesi per la pandemia. Spera di riaprire per l’estate.

Bodegas Vega de Yuco, una giovane cantina in cui si possono fare visite guidate e degustazione dei loro vini sotto il bel pergolato con vista sui vigneti.
Indirizzo: Camino del Cabezo S/N  35572 Masdache

Bodegas La Florida, una bella cantina con possibilità di degustazioni all’aperto. Non ha il ristorante, quindi il vino è accompagnato solo da snack. L’atmosfera è bella e la location è usata anche per eventi con catering.
Indirizzo: Calle la Florida Nº 89 Carretera Monumento al Campesino, 35550 San Bartolome

Bodegas Los Bermejos, è una vecchia fattoria appartenuta per secoli a una delle famiglie più importanti di Lanzarote. È poi rimasta chiusa per anni per tornare a produrre vino vent’anni fa. L’ambiente è molto bello. Si possono fare degustazioni dei loro vini.
Indirizzo: Camino a Los Bermejos, 7, 35550 San Bartolome

Bodegas La Querencia, ha un approccio molto più rustico, semplice e familiare rispetto alle altre cantine. Vino e tapas sono genuini, ma non hanno però visite guidate. C’è chi la preferisce proprio per la sua semplicità!
Indirizzo: Carretera Uga – San Bartolome

Qualunque cantina sceglierete, sorseggiare un bicchiere di vino ammirando il panorama di La Geria, sarà un ottimo modo per concludere l’escursione!

  1. Più ne leggo a riguardo più rimango affascinata da questa isola delle Canarie! Sono strabilianti questi vigneti e mi trovo d’accordo con te che sono un perfetto connubio tra la mano dell’uomo e la natura

  2. Indubbiamente questo è uno di quei luoghi di Lanzarote che più mi ha affascinato e colpito. Prima di recarmi sull’isola, nel gennaio del 2019, avevo visto molte immagini di La Geria sul web, ma non credevo che fosse così interessante e particolare finché non l’ho visto dal vivo.
    Non avevo ancora visto, però, immagini dal satellite… davvero incredibili!

  3. Un pattern davvero spettacolare, visto da qualunque direzione! Sai che non sapevo che a Lanzarote ci fossero vigneti? La Malvasia poi…mi chiedo se ha lo stesso sapore di quello che abbiamo anche in Italia. Io adoro la Malvasia siciliana!

    1. Lanzarote resta nel cuore per la sua unicità e i vigneti sono davvero straordinari. Ho provato qualche vino: mi ricordo El Golfo ma non ho visitato nessuna cantina.

  4. Bellissimo articolo e tema interessantissimo, ma ciò che non riesco a capire e a vedere dalle foto dove sia il vitigno dato che è stato scavato un cono inverso. Ad ogni modo, veramente bell’articolo su una trovata geniale! 😊

  5. Mia cognata ci è stata qualche anno fa e mi aveva raccontato qualcosa di questi vigneti; confesso che la cosa non aveva suscitato molto il mio interesse, ma vedere le foto e leggere una spiegazione esauriente è tutta un’altra storia!

  6. Avevo letto di questi vigneti così insoliti e del loro caratteristico metodo di colitivazione! Che dire, l’ingegno umano è davvero infinito! Sicuramente il vino avrà un sapore unico dato il tipo di terreno vulcanico!

  7. Da wine lovers non potevamo non apprezzare questo tuo articolo! Marilena ha avuto la fortuna di visitare Lanzarote e si ritrova nelle tue parole e nelle tue immagini. Mi piacerebbe tantissimo vedere dal vivo questi vigneti che sembrano appartenere ad un altro pianeta!

  8. Come al solito leggere un tuo articolo è un’avventura emozionante. Nel mio viaggio a Lanzarote di qualche anno fa ho lasciato un pezzetto di cuore… non vedo l’ora di andare a riprendermenlo! E farò una capatina in una delle cantine suggerite, perché quell’esperienza manca nella mia collezione.

  9. Mi piacerebbe davvero vedere questi vitigni, sulle fasce liguri la chiamano viticoltura eroica, ma qui ha proprio dello straordinario….e anche le cantine m’ispirano un sacco!

  10. Già in fotografia questo paesaggio ha qualcosa di spettacolare, per cui chissà come deve essere dal vivo! Sembrano immagini di un altro pianeta. Quello del tour dei vini è un tipo di viaggio che mi piacerebbe molto fare e questa potrebbe essere la destinazione perfetta.

  11. Lanzarote, per me, è stato amore a prima vista!
    Quando ho visto La Geria, mi è sembrato di essere quasi sulla luna.
    Sono vigneti suggestivi ed è bellissimo come hanno saputo difendersi dai venti dell’isola!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.