Come e dove viaggiare nel 2021

calendario di viaggio 2021 e lista dei desideri di viaggio

Come e dove viaggiare nel 2021? Possiamo tornare a pianificare viaggi?

Sì ma con modi diversi da quelli a cui eravamo abituati e che spesso sono entrati a far parte del nostro modo di viaggiare già nell’estate appena trascorsa.

Ci sono nuovi termini che sono entrati nel nostro linguaggio.

Staycation, la vacanza vicino a casa. Turismo di prossimità che ci fa scoprire tesori a due passi da casa mai considerati prima.

Workation, lavorare lontano da casa per unire vacanza e lavoro. Non più solo per i nomadi digitali, ma per chiunque abbia scoperto, grazie alla quarantena, che si può lavorare bene anche da remoto. Non solo verso i paradisi del nomadismo digitale che, in questo momento, non rassicurano dal punto di vista sanitario, ma anche solo in una contro emigrazione dei giovani saliti al nord d’Italia per lavorare che si sono ritrasferiti temporaneamente al sud nelle loro case. Addirittura c’è chi ha scelto di vivere e lavorare in hotel in una città diversa dalla propria per sentirsi comunque in vacanza lavorando.

Nuovi diversi modi di viaggiare e lavorare dunque, ma possiamo forse individuare un denominatore comune fra tutto ciò che molti hanno scelto quest’estate e che esploderà nel 2021.

È il turismo slow, promosso già da qualche anno, ma che proprio nel post pandemia ha trovato la sua massima espressione.

Un turismo lento, con itinerari più corti e più tempo per assaporare i luoghi. Per scoprirli con calma. Non solo visitandoli, ma anche vivendo esperienze ad essi legati. Il piacere di dormire in luoghi che curano il dettaglio, di assaggiare le prelibatezze di luoghi.

I mezzi di trasporto preferiti? Auto, biciclette e le proprie gambe. Per fare lunghe camminate. All’aria aperta, in montagna, collina, sui laghi e lungo i fiumi. Luoghi con tanto spazio e natura che ti fanno sentire comunque libero in un periodo di grandi restrizioni.

Itinerari particolari ma meno noti fra arte e cultura. Attraverso un’Italia un tempo considerata minore ma che ora si è ripresa il suo giusto spazio. L’Italia dei piccoli borghi, un patrimonio di cultura e tradizioni inestimabile.

Ma anche le città in un’inedita versione senza turisti.

Spunti su come e dove viaggiare nel 2021

Andar per borghi

Un patrimonio incommensurabile della nostra Italia. Dove stare a stretto contatto con le tradizioni e le persone.

Impossibile stilare una lista perché tanti sono i borghi meravigliosi presenti in Italia. In tendenza sicuramente quelli delle regioni meno note, dove ci si sente più esploratori e meno aggrediti dal turismo di massa: Abruzzo, Basilicata, Molise e Calabria.

Qui vi ho raccontato di Morano, uno dei borghi più belli d’Italia, e Diamante in Calabria, due borghi poco conosciuti assolutamente da scoprire.

Cammini a piedi

Tornati in voga già da qualche anno, nel 2021 lo saranno ancora di più. Letteralmente il turismo più lento per eccellenza. Un modo sano di viaggiare contando solo su sé stessi. Possono essere itinerari interi o anche solo una o più tappe. Si cammina in mezzo alla natura, con gli occhi costantemente pieni di verde e meraviglia. Un balsamo per la mente dopo mesi difficili.

L’Italia ha tantissimi percorsi meravigliosi e questi che seguono sono solo alcuni spunti da nord a sud dell’Italia. Non fatevi spaventare dai Km, si possono scegliere anche solo alcune tappe.

La Via Francigena, dalle Alpi al Lazio. Dal Colle del Gran San Bernardo fino a Roma attraversando Valle D’Aosta, Piemonte, Emilia, Toscana e Lazio. Ben 1000 Km in 45 tappe!

La Via degli Dei, da Piazza Maggiore a Bologna a Piazza della Signoria a Firenze attraversando l’Appennino Tosco Emiliano. 130 Km percorribili in 4-5-6 giorni a piedi o in 2-3 in bici a seconda del proprio ritmo.

Italia Cost2Cost, dal Mar Adriatico al Mar Tirreno attraversando Marche, Umbria e Toscana. 410 Km in 18 tappe, quasi esclusivamente lungo sentieri toccando borghi incantevoli come Bevagna, Todi, Orvieto, Bolsena, Sorano, Pitigliano, fino a Orbetello.

Le Vie di Dante, una serie di percorsi dedicati al noto poeta partendo da Ravenna, dove si trova la sua tomba, ed arriva a Firenze, sua città natale. Una delle uniche due destinazioni italiane presenti nella Best in Travel 2021 di Lonely Planet. 395 Km in 20 tappe attraverso le bellezze dell’Appennino Tosco Romagnolo toccando piccoli borghi come Brisighella.

Le Vie di Dante raccontate da Stefano Accorsi

La Via Peuceta dalla Basilica di San Nicola di Bari alla Cattedrale della Madonna della Bruna di Matera. 170 Km immersi nel silenzio in un paesaggio rurale scandito da muretti a secco e masserie, uliveti e borghi.

Itinerari in bicicletta

Il cicloturismo, già in rapida diffusione negli ultimi anni, con la quarantena ed il bonus bicicletta, ha avuto un vero e proprio boom. Che sia la bici da strada, la mountain bike o una ebike con pedalata assistita, gli italiani hanno scoperto il piacere delle due ruote. Sempre di più sono gli alberghi e i B&B che si prestano al cicloturismo con ricoveri appropriati e punti ricarica per le bici elettriche. E tantissimi sono i percorsi da percorrere anche in famiglia.

I cammini a piedi che ho indicato si prestano perfettamente anche alla bicicletta, ma ve ne indico altri fra i più belli d’Italia.

La Ciclabile della Val di Fiemme e Val di Fassa, 41 Km attraverso due delle più belle valli del Trentino Alto Adige. Gli incredibili paesaggi delle Dolomiti, natura incontaminata e verde ovunque. Interessante anche perché si collega con altri due itinerari: il Sella-Ronda e la Bolzano-Ferrara.

L’Eroica in Toscana, 210 km di sole strade bianche attraverso le meravigliose colline della Val d’Orcia, del Chianti e delle crete senesi, uno dei paesaggi più conosciuti al mondo! Meravigliosi anche i borghi e le cittadine delle soste.

La Via Silente, 600 km in 15 tappe, attraversando il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’unico percorso su strada fra quelli che vi indico, ma immersi comunque nel silenzio perché si tratta di strade poco battute.

E per chi proprio non riesce a rinunciare ad andare all’estero nel 2021?

Due sono le soluzioni.

La prima è armarsi di una buona dote di pazienza perché, se siete dei pianificatori, potrete sì prenotare aerei e pernottamenti con largo anticipo, ma dovrete essere pronti ad impazzire per seguire la normativa in continua evoluzione, disdire, spostare, riprogrammare. Quasi impossibile che vada tutto liscio quindi sapete cosa vi aspetta.

La seconda è il caro vecchio last minute che mai come nel prossimo anno sarà il protagonista assoluto!

Ponti nel 2021

Il 2021 è purtroppo avaro di festività feriali e ponti. 25 aprile e 1 Maggio cadono rispettivamente di domenica e sabato. Così come il 15 agosto che sarà di domenica.

travel planner 2021

Vediamo quindi le poche possibilità di fare qualche vacanza senza prendere troppe ferie.

  • L’intera prima settimana di gennaio dall’1 al 6 prendendosi solo il lunedì e martedì di ferie. Anche se sembra ormai chiaro che dovremo rimanere tutti a casa o, al limite, stare in regione.
  • Il weekend lungo pasquale dal 3 al 5 aprile.
  • Un po’ forzato un lungo ponte la prima settimana di giugno cadendo il 2 giugno di mercoledì.
  • Il weekend lungo dei morti dato che l’1 novembre è lunedì
  • Di nuovo un po’ forzato un lungo ponte la seconda settimana di dicembre cadendo l’8 dicembre di mercoledì.

Insomma il 2021 per i viaggiatori sarà un anno un po’ sfortunato in tutti i sensi!

Ma i sogni non ce li può togliere nessuno! A questo proposito, avete già scaricato il mio calendario travel e la lista dei desideri per il 2021 da stampare? Potete farlo semplicemente iscrivendovi alla newsletter qui in fondo all’articolo. Mi raccomando, tenete d’occhio la casella spam e la casella promozioni se usate gmail se non vi ritrovate le mail di conferma nella casella di posta nel giro di pochi minuti.

come e dove viaggiare nel 2021, calendario di viaggio
  1. Quest’anno mi sono saltati diversi viaggi e altri dovrò rimandarli anche l’anno prossimo.
    Mi ero messa in conto di trascorrere il mio 30esimo compleanno in Tanzania ma penso proprio che salterà.

  2. Speriamo che in termini di viaggi non sia sfortunato come il 2020! Lo scenario che hai descritto credo che sarà proprio quello che caratterizzerà l’anno imminente, last minute e turismo slow la faranno da padrone. Speriamo solo che con la storia del turismo slow per tutti, i luoghi più tranquilli restino tali (e non presi d’assalto negli stessi periodi).

    1. Pur di tornare a viaggiare mi inventerei qualsiasi cosa!!! Andrei a piedi, scalerei montagne, farei anche un triathlon se occorre… Ahahahah! Però trovo interessante l’impatto diciamo più sociologico che questa epidemia lascerà e in qualche modo sta già lasciando… Speriamo solo di lasciarci tutto alle spalle e anche presto.

  3. Mi verrebbe da dire: peggio di quest’anno non può sicuramente andare! Tra le tue proposte mi affascina è il viaggio in bicicletta! Ne vorrei fare uno tra Olanda e Belgio.. chissà se sarà la volta buona!

  4. Vabbè non demoralizziamoci troppo… Io punterò sicuramente sui last minute, chissà che si riesca a organizzare qualcosa nonostante tutto.

  5. Eh tra ponti e festività “mangiate” pure il 2020 è stato assai avaro! Spero nell’arrivo del vaccino e nella risoluzione della pandemia (o almeno nella sua stabilizzazione) per l’estate 2021 ma sarà assai dura… Intanto continuiamo a sognare luoghi vicini e lontani.

  6. Io sono una persona a cui piace programmare con largo anticipo le proprie vacanze, ma non ho pazienza nello stare dietro alle normative, spostamenti o cancellazioni del volo e così via. Credo, quindi, che mi concentrerò per viaggi brevi, a pochi kilometri di distanza dalla mia regione e sperare che tutto questo passi in fretta.

  7. Speriamo che il 2021 per quanto riguarda i viaggi (ma non solo) sia meno “cattivo” dell’anno che sta per finire! Come tanti, ho cancellato non so più quanti alberghi e voli, e ora il nuovo problema è se riuscirò o no a utilizzare i voucher prima che scadano. Non so nemmeno se fidarmi a prenotare per paura di vedere di nuovo tutto che va in fumo – non ce la farei dal punto di vista psicologico 😂

  8. Sono sicura che questa esperienza avrà comunque degli impatti positivi e ci porterà forse un turismo più rispettoso, slow e sostenibile e meno simile al turismo di massa dei decenni precedenti con le sue brutture

  9. Ottimi spunti! Alcuni cammini italiani li conoscevo altri invece sono stati una scoperta. Quello che mi ispira di più è la ciclovia “l’eroica” che a leggere sembra davvero interessante. Mi sono anche iscritta alla newsletter…per non perdere il calendario!!

  10. Dopo aver visto saltare due viaggi quest’anno, per me è un pò prematuro iniziare a pensare dove vorrei andare. Sicuramente ancora per un pò continuerò a scoprire la Campania. Mi tenta molto la Via Francigena, almeno il tratto del Lazio.

  11. Sicuramente il turismo slow sarà una caratteristica costante per un bel pò, comunque c’è una grande voglia di ripartire per cui io sono un po’ più fiduciosa in una ripartenza vers verso l’estate comprendendo anche parte di estero

  12. Nessun ponte ci aspetta per il 2021. Io grazie alla quarantena sono riuscita a camminare tanto attorno a casa mia scoprendo nuovi luoghi proprio dietro l’angolo!

  13. È vero che ci si può accontentare di viaggi vicino a casa, di scoprire suggestivi borghi di collina, ma ammettiamo tutti che abbiamo una voglia incredibile di programmare uno di quei viaggi da paura a cui eravamo abituati? Mi manca solo anche il poterli programmare… Spero che il mondo torni alla nostra portata presto. Nel frattempo… accontentiamoci!

  14. Tanti spunti interessa ti. Escludendo gli eroismi da ciclisti, sono molto attratta dai percorsi a piedi, e la via degli dei da bologna a firwnze mi incuriosisce proprio, solo che il tempo che hai indicato tu mi sembra eccessivamente ottimista. Purtropo lo smartwork nel mio caso non si concilia con il nomadismo digitale che avevo sognato, visto che si lavora molto più che in ufficio e della vacanza resterebbe solo il conto dell’albergo

  15. Quest’anno prevedo un turismo di prossimità o una staycation per i primi mesi in cui speriamo di poter ripartire e avere di nuovo una vita più normale e libera. E poi ci si affida al last minute perché sinceramente non me la sento ancora di programmare nulla.

  16. Già, che nel 2021 non ci fosse neanche un ponte di cui approfittare non mi era sfuggito. Mi piace molto la tua idea dei cammini, una buona occasione per stare un pò con se stessi, nel silenzio e nella fatica della strada si ritrovano i pensieri che i rumori della vita quotidiana non lasciano passare.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
campi di lavanda in Italia
Campi di lavanda in Italia: dove trovarli